Il quadro che ci restituisce l'attuale periodo storico è un quadro di assoluta emergenza: ci troviamo dentro all'estate più calda e meno piovosa degli ultimi anni la quale sta determinando una grande sofferenza delle falde acquifere, un abbassamento dei livelli dei fiumi (anche i più ricchi come il Po) e sta portando anche a estreme conseguenze come il razionamento idrico in molte parti di Italia, con diverse ordinanze sindacali che predispongono l'uso dell'acqua potabile solo per fini igienico-sanitari.

Anche sul nostro territorio, al fine di fronteggiare Io stato di criticità nell'erogazione idrica legata alla riduzione delle portate rese dai pozzi aziendali, Acoset SpA ha predisposto un piano operativo contingente, concordato tra i vertici aziendali e il settore tecnico.

Il piano prevede che la distribuzione sui territori verrà programmata di giorno in giorno, tenendo in considerazione l'estrema variabilità della portata delle fonti e verificando quotidianamente i volumi di risorsa idrica realmente accumulati nei serbatoi comunali.

In tal modo Acoset mira a garantire una quanto più possibile equa ripartizione della risorsa tra le utenze del Comuni Soci.

Contestualmente prosegue il lavoro di progettazione e programmazione aziendale che ha come obiettivo quello di risolvere, sul lungo termine, le numerose criticità riscontrate.

Catania 03/08/2022

F.to il Presidente ACOSET - Giovanni Rapisarda

Allegati:
FileDescrizioneDimensione
Scarica questo file (nota.pdf)nota.pdfNota_ACOSET_Prot.n.20805_2022304 kB

torna all'inizio del contenuto